Italia

Le ricerche condotte a Selinunte dall’Università e dal Centro Scavi di Torino iniziarono nel 1970 con il rilevamento fotogrammetrico e il rilievo tradizionale del tempio E. I successivi sondaggi condotti all’interno e all’esterno della struttura, terminati con una breve campagna nel 2003, hanno permesso di acquisire una conoscenza dettagliata del progetto e delle modalità costruttive dell’edificio, della sua cronologia e del suo rapporto con l’area sacra circostante. Nella metà degli anni ’90 del secolo scorso, il Centro Scavi si è impegnato a Locri Epizefiri nella ricostruzione virtuale del Tempio ionico del Santuario di Marasà, mentre alla fine degli anni ’90 il territorio piemontese del Verbano Cusio Ossola è stato scelto per un progetto di applicazione di Sistemi Informativi Territoriali all’ambito italiano.


Locri

La Missione congiunta italo-iraniana in Khuzistan opera nell’area della moderna cittadina di Izeh, sulla strada che attraverso i monti Baktiari conduce da Ahwaz a Isfahan e Shiraz. I lavori sul…

Selinunte

Le ricerche condotte a Selinunte dall’Università degli Studi e dal Centro Ricerche Archeologiche e Scavi di Torino si inseriscono in un progetto di studio dell’architettura templare della città greca.

Verbano Cusio Ossola

Una delle aree oggetto di indagine da parte del Centro Ricerche Archeologiche e Scavi di Torino per quanto riguarda l’applicazione di Sistemi Informativi Territoriali all’ambito italiano è stato il territorio…

Copyright © 2019 Centro Ricerche Archeologiche e Scavi di Torino per il Medio Oriente e l'Asia
Powered by AMODEO design