Capitale delle steppe. Immagini dagli scavi di Karakorum in Mongolia

Conferenza e inaugurazione dell'esposizione fotografica giovedì 26 aprile ore 18.00 al Museo d'Arte Orientale di Torino (MAO).

Chi dominava "la foresta di Otukan", come veniva chiamata la valle ai tempi di Genghis Khan, possedeva il lustro dell'autorità e la fortuna del destino, e poteva governare dal centro del mondo un nuovo impero egemone nel mondo delle steppe. Così nasce la città di Karakorum e tre secoli dopo, nel 1585-86, Erdene Zuu, il più grande monastero buddhista della Mongolia, proprio nei pressi dell'antica capitale.

L'esposizione è realizzata dal MAO e dal Centro Ricerche Archeologiche e Scavi di Torino per il Medio Oriente e l'Asia (CRAST) in collaborazione con il Museo di Kharakhorum, grazie al supporto delle Missioni Consolata Onlus nell'ambito del Patto di Collaborazione tra la Città di Torino e la Città di Kharkhorin.

All'inaugurazione interverranno Marco Biscione Direttore MAO, Carlo Lippolis Presidente CRAST, Dolgormaa Dashtseerev capo gabinetto della Città di Kharkhorin, Erdenebat Ulambayar Professore di Archeologia all'Università di Ulaanbaatar, Tsambagarav Jamiyangarav del Museo di Kharakhorum.

L'esposizione sarà visitabile sino al 3 giugno 2018 MAO Via San Domenico n. 11 - Torino.