14 Dicembre 2015

The Ancient Near East from Torino to Leiden. 1st International NINO-CRAST Workshop

The Ancient Near East from Torino to Leiden. 1st International NINO-CRAST Workshop

The Ancient Near East from Torino to Leiden. First International NINO-CRAST Workshop. Leiden, National Museum of Antiquities, December, 18, 2015.

Primo atto dell'accordo quinquennale di collaborazione fra il Centro Ricerche Archeologiche e Scavi di Torino per il Medio Oriente e l'Asia e il Netherlands Institute for the Near East, il colloquio di Leiden rappresenta l'occasione per illustrare le principali ricerche in corso nei due Istituti. Per il Centro Scavi saranno presenti Stefano de Martino (The Spread of the Hurrian Language and Culture in Hittite Anatolia during the Early Imperial Age), Carlo Lippolis (The Italian Archaeological Project at Tutul al Baqarat-al Kut, Iraq) e Roberta Menegazzi (The Terracotta Figurines from Seleucia on the Tigris).

Per il programma dettagliato della giornata di studi, si veda il documento in download.

Programma [PDF]

02 Dicembre 2015

Université Lumière Lyon 2, ciclo di conferenze

Université Lumière Lyon 2, ciclo di conferenze

Nel mese di dicembre Vito Messina, direttore della Missione congiunta italo-iraniana in Khuzistan, terrà un ciclo di conferenze presso l'Université Lumiére Lyon 2 di Lione.

  • Mercoledì 2 dicembre: "L'art du Proche Orient à l'époque hellénistique".
  • Giovedì 3 dicembre: "Séleucie du Tigre. Nouvelle Babylone et métropole grecque d'Asie".
  • Mercoledì 9 dicembre: "Nouvelles technologies appliquées à la recherche archéologique en Iran. Le cas du relief rupestre de Hung-e Azhdar".
  • Giovedì 10 dicembre: "La Mésopotamie et l'Iran parthes".
  • Mercoledì 16 dicembre: "Sanctuaires rupestres d'Elymaide (Iran)".
  • Giovedì 17 dicembre: "La royauté au Proche-Orient ancien après Alexandre le Grand".

Per il programma dettagliato delle conferenze, si veda il documento in download.

Programma PDF Per approfondimenti sulla missione in Iran: Progetti - Iran

01 Dicembre 2015

Le missioni italiane in Turchia a cento anni dalla decifrazione della lingua degli Ittiti

Le missioni italiane in Turchia a cento anni dalla decifrazione della lingua degli Ittiti

Le missioni italiane in Turchia a cento anni dalla decifrazione della lingua degli Ittiti e la cooperazione dell'Università Suor Orsola Benincasa con le missioni italiane in Nordafrica. Napoli, 4 dicembre 2015 - ore 10, Sala Villani, via Suor Orsola, 10.

In occasione dell'Anno Europeo per lo Sviluppo e dei cento anni dalla decifrazione della lingua degli Ittiti, l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e il Centro Ricerche Archeologiche e Scavi di Torino per il Medio Oriente e l'Asia hanno deciso di dedicare una giornata alla documentazione dell'attività delle Missioni Italiane che operano in Turchia su siti legati alla civiltà ittita. Una parte della giornata sarà dedicata ai progetti di specifica cooperazione archeologica che l'Ateneo Suor Orsola sostiene, in collaborazione con altre istituzioni italiane, nei paesi della costa mediterranea del Nordafrica.

Per il programma dettagliato della giornata di studi, si veda il documento in download.

Programma [PDF]

 

09 Novembre 2015

International Conference "Dialogue of Cultures on the Great Silk Road"

International Conference

International Conference "Dialogue of Cultures on the Great Silk Road", Ashgabat, November 11-13, 2015

Il Ministero della cultura turkmeno organizza dall'11 al 13 novembre 2015 il congresso internazionale "Dialogue of Cultures on the Great Silk Road". I membri della missione italo-turkmena a Nisa Partica Carlo Lippolis, Roberta Menegazzi e Jacopo Bruno presenteranno gli ultimi risultati delle loro ricerche.

Per approfondimenti sulla missione a Nisa Partica: Progetto - Turkmenistan

20 Ottobre 2015

Missione archeologica italiana a Tulul al Baqarat

Missione archeologica italiana a Tulul al Baqarat

Seconda campagna (3-29 ottobre 2015)

I lavori a Tulul al Baqarat continuano con la survey preliminare di alcuni tell del distretto archeologico. L'obiettivo è l'individuazione delle più antiche fasi di occupazione dell'area.


Per maggiori informazioni sulla missione: Progetti - Iraq - Tulul al Baqarat

06 Ottobre 2015

Missione congiunta italo-iraniana in Khuzistan

Missione congiunta italo-iraniana in Khuzistan

Ottava campagna (1 ottobre - 15 novembre 2015)

Continuano i lavori nel santuario di età ellenistica e partica a Kal-e Chendar, nella valle di Shami. La campagna si pone come obiettivi l'allargamento delle trincee sulla Terrazza Stein, lo scavo di salvataggio delle tombe monumentali, la ricognizione dei sistemi di difesa del sito.


Per maggiori informazioni sulla missione: Progetti - Iran - Khuzistan

09 Settembre 2015

Eighth European Conference of Iranian Studies

Eighth European Conference of Iranian Studies

Eighth European Conference of Iranian Studies, St. Petersburg, September 15-19, 2015

La Societas Iranologica Europaea organizza a San Pietroburgo, dal 15 al 19 settembre 2015, l’Ottava Conferenza Europea di Studi Iranici.


(external link: http://ecis8.orientalstudies.ru/)


I direttori della Missione congiunta italo-iraniana in Khuzistan, Vito Messina e Jafar Mehr Kian, presenteranno gli ultimi risultati delle loro ricerche nell’intervento dal titolo “The Sanctuary and Cemetery of Shami. Research of the Iranian-Italian Joint Expedition in Khuzestan at Kal-e Chendar”, in programma il 16 settembre alle ore 16.00.


Per approfondimenti sulla missione: Progetto - Iran - Khuzistan

08 Settembre 2015

Ninive. Una capitale assira tra passato e presente.

Ninive. Una capitale assira tra passato e presente.

Venezia - Dorsoduro 1686, San Sebastiano, Aula Colonne, 8 luglio - 31 ottobre 2015

Le fotografie degli ortostati del “Palazzo senza uguali” di Sennacherib esposte nella mostra sono state realizzate nel corso di due campagne di rilevazione e documentazione condotte a Ninive nel 2002, che hanno riguardato soprattutto le Sale I, IV e V del “Palazzo senza uguali”.

Le riprese fotografiche, realizzate dal fotografo Angelo Rubino dell’IsCR, sono già state oggetto di due esposizioni, una presso l’Archivio di Stato di Torino, l’altra presso l’Iraq Museum di Baghdad.


La mostra è a cura di Carlo Lippolis, Stefano de Martino (Centro Scavi) e Lucio Milano (Dipartimento di Studi Umanistici, Università Ca’ Foscari di Venezia).

07 Settembre 2015

Seleucia al Tigri. Le terrecotte figurate dagli scavi italiani e americani

Seleucia al Tigri. Le terrecotte figurate dagli scavi italiani e americani

MENEGAZZI R.
Seleucia al Tigri. Le terrecotte figurate dagli scavi italiani e americani
In tre volumi (Monografie di Mesopotamia, XVI), Firenze 2014


Il lavoro, in tre volumi, raccoglie circa 11.000 terrecotte figurate portate alla luce durante gli scavi che nel secolo scorso hanno interessato il sito di Seleucia al Tigri.

La presentazione organica di un corpus così vasto, cresciuto negli anni grazie all’impegno di due grandi missioni archeologiche – quella americana della University of Michigan e quella italiana del Centro Scavi di Torino – permette di apprezzare appieno lo straordinario potenziale informativo del materiale in esame. I caratteri generali della produzione fittile seleucena sono analizzati nella parte introduttiva – in italiano e in inglese – che affronta le tematiche relative a caratteristiche di produzione, iconografia, stile, cronologia, funzione e significato delle figurine. Il catalogo, organizzato su base tipologica, è diviso in quattro sezioni sulla base delle aree di rinvenimento dei singoli pezzi ed è corredato da un’ampissima documentazione fotografica che illustra oltre i due terzi degli esemplari presentati nel testo.


<<  1 2 3 4 [5
Copyright © 2019 Centro Ricerche Archeologiche e Scavi di Torino per il Medio Oriente e l'Asia
Powered by AMODEO design